Arte e Cultura

Arte e Cultura
Pinerolo e le Valli

Unisciti ai miei amici

Che ore sono?

03 novembre 2011

Baccalà al latte con patate

Questa è una ricetta tramandata da madre a figlia e mi ricorda un po' la mia infanzia, oltre al fatto che mi piace moltissimo, ci sono anche affezionata. E' usanza consumare questo piatto la vigilia di Natale, ma noi lo prepariamo, in realtà, tutto l'inverno.


Questa ricetta deve essere pensata un paio di giorni prima del consumo. Il baccalà va tenuto in ammollo per due giorni, cambiando continuamente l'acqua, in modo che si dissali e si reidrati.
Io lo metto in una pentolona e cambio l'acqua 6-7 volte al giorno, (anche di più)  poi, di notte, metto il coperchio e lo metto sul terrazzo. (in frigo quella pentolona non ci sta...) in teoria potrebbe anche stare fuori frigo, ma io preferisco fare così.
I tempi di ammollo sono quindi indicativi, dipende infatti da quanto è salato, da quante volte cambiate l'acqua, da quanto i filettoni sono spessi.. io mi regolo così: dopo 36 ore ne assaggio un pezzettino (dalla parte più spessa) se è ancora salato, lo lascio ancora mezza giornata, altrimenti, lo scolo, lo asciugo con carta da cucina e lo metto in frigo. Quando è ora di pranzo o cena lo cucino.

La parte lunga è questa, per cucinare il piatto, invece, il tempo è rapido.


Cosa serve:
2 filettoni di baccalà sotto sale
1 cipolla media dorata
prezzemolo fresco tritato
olio e.v.o.
farina bianca
5/6 patate
latte q.b.

Questi sono i filettoni già ammollati, pronti per essere cucinati.



Occorre spellare i filettoni. C'è chi non lo fa, ma trovare la pelle non è piacevole, ed inoltre, il baccalà non si amalgherebbe come si deve con le patate.
Dunque armatevi di pazienza: tenere con una certa fermezza il filettone dalla parte più larga, sollevare, con delicatezza, i lembi e tirare abbastanza decisi, verso la coda. Occhio a non staccare anche la polpa.

Asciugarli bene con carta da cucina.
Mettere sul fuoco una capiente casseruola antiaderente ed aggiungere abbondante olio e.v.o. (diciamo un generoso mezzo dito), aggiungere la cipolla tagliata finemente, deve stufare, non prendere colore. Aggiungere subito le patate tagliate a rondelle spesse 1 cm. circa o, se sono grandi, a mezze rondelle.


Devono cuocere allegrotte ma non devono essere fritte. NON salate. Questa operazione si vedrà all'ultimo. Dipende da quanto sarà sapido il baccalà che rilascerà, quindi, sapore anche alle patate. Dopo qualche minuto, mettete il coperchio. Giratele spesso.

Quando sono quasi cotte, tagliate a tocchi piuttosto grandi i filettoni, (io cerco di sfilare le spine, almeno quelle più grandi, così non le troveremo in bocca), infarinateli ed aggiungeteli sopra le patate.


NON girate il tutto, ma scuotete solamente la casseruola, dopo cinque minuti, aggiungete latte quanto basta per coprire quasi totalmente la preparazione.


A questo punto, delicatamente, con un cucchiaio di legno, smuovete le patate sottostanti, e scuotete ancora la casseruola. Il baccalà deve rimanere sopra le patate, sennò si disfa.

Assaggiate un pezzettino di patata e un pezzettino di baccalà per valutare se aggiungere sale o se va bene così. Aggiungete una generosa spolverata di prezzemolo tritato, mettete il coperchio, fate cuocere ancora pochi minuti, (4-5) e servite.

Questa quantità è per 4 persone. Se avanza, ma ne dubito... il giorno dopo sarà buonissimo! Al massimo aggiungete poco latte.

P.s. la foto è verdina perchè ho fotografato la sera... uffa...

30 commenti:

  1. io non sono molto amante di questo pesce, però la tua versione mi piace molto..

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero invitante...gnam gnam! Bravissima!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao e piacere di conoscerti, mi piace molto il baccalà ma non l'ho mai cucinato... e sicuramente non così con il latte: che buono!

    Sai che per noi il baccalà è un piatto che si serve a natale? A tal proposito mi viene in mente, ti va di partecipare al mio contest?

    http://pecorelladimarzapane.blogspot.com/2011/10/strenne-di-natale-tu-cucini-scelte-di.html

    magari proprio con questa ricetta!

    Ciao e alla prossima,
    Tiziana

    RispondiElimina
  4. ottima ricetta Batù.. molto dettagliata e soprattutto gustosa.. brava!!

    RispondiElimina
  5. Buono, mi ricorda i giorni all'asilo in Sicilia, ci preparavano spesso il baccala'.

    RispondiElimina
  6. Batù ma che bontà questa ricetta!! Ho appena comprato del signor baccalà, signor per quanto è bello e per quanto mi è costato!! Proverò la tua ricetta.
    Baci
    p.s. e chi riesce mai a fare delle foto di giorno?? e comunque a me vengono male lo stesso!! Le tuo invece sono belle, fidati!

    RispondiElimina
  7. davvero buonissimo!I nostri migliori complimenti!

    RispondiElimina
  8. a casa mia questo era il piatto della vigilia di natale o di san silvestro proprio perchè si poteva cominciare a prepararlo prima e almeno su un piatto non c'era da avere troppa fretta. e' da tantissimo però che non lo facciamo più, grazie per avermelo ricordato.
    Visto che ci sono ti invito al mio contest, lo sto facendo con un'altra foodblogger, Artù, mi farebbe piacere se tu partecipassi http://nuvoledifarina.blogspot.com/2011/11/nuovo-contest-sfrutta-linverno-e-pasta.html
    un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ma grazie a tutti :-) sono contenta che abbia rievocato anche i vostri ricordi, oltre ai miei;
    domani vengo sicuramente a vedere i nuovi contest e accolgo l'invito per parteciparvi. Buona serata!!!

    RispondiElimina
  10. non amo molto il baccalà, ma questa ricetta mi ispira molto, deve essere proprio buona, ciao

    RispondiElimina
  11. Adoro, adoro il baccalà, con il latte non lo avevo mai provato, deve essere squisito...I cuochi di Lucullo

    RispondiElimina
  12. E' bellissima questa ricetta! Anche da noi si fa qualcosa di simile, ma la tua versione mi piace tantissimo! baci

    RispondiElimina
  13. bella ricetta e bel blog! mi unisco con piacere ;) se hai voglia passa a farmi visita ;)

    RispondiElimina
  14. grazie per questa ricettina adoro il baccalà in tutti i modi. grazie

    Baci Laura

    RispondiElimina
  15. Questo pesce spesso è sottovalutato ma secondo me è squisito. Così lo voglio proprio provare a breve!

    RispondiElimina
  16. un modo sicuramente originale di cucinare questo pesce che non è molto amato da noi!!
    un bacio

    RispondiElimina
  17. che buone queste ricette tramandate! bravissima e' molto gustosa:-) un bacione

    RispondiElimina
  18. Non conoscevo questa versione al latte del baccalà ma deve essere buonissimo e molto pratico visto che si può preparare prima. Laura

    RispondiElimina
  19. questa ricetta piace tanto al mio papà,brava baci

    RispondiElimina
  20. Ciao e grazie *_* come ti avevo già detto, mi sembra perfetta questa ricetta!
    Tiziana

    RispondiElimina
  21. GRAZIE MILLE PER LA RICETTA, TANTA SUERTE

    RispondiElimina
  22. Brava Batù, le ricette di famiglia sono sempre buonissime perchè hanno quell'ingrediente in più!! Ciao, buona serata

    RispondiElimina
  23. Ciao Batù. E' da tempo che cerco la ricetta di baccalà con latte e patate perchè mi ricordo che la faceva mia mamma e mi piaceva tantissimo. Quindi ti ringrazio tanto. Deve essere proprio questa!!! Oggi o domani proverò a farla e ti farò sapere.
    Ciao.
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Anna, mi fa molto, molto piacere! sono lusingata che tu abbia deciso di provare la mia versione, anche noi in famiglia ne siamo golosi! aspetto il tuo giudizio :-) a presto e grazie!

      Elimina
  24. Eccomi qui come promesso. Mio marito non ama il merluzzo in generale, quindi per lui avevo preparato un "piano B". Ebbene, non solo ha mangiato il baccalà, ma mi ha chiesto di rifarlo!!! Cara Batù, mi hai fatto un grande regalo, perchè sono andata molto vicino al sapore che ricordavo. La prossima volta devo solo aggiustare la dose del latte (ne ho messo un po' troppo). Grazie davvero!
    Alla prossima :) Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hip-Hip hurrà per Anna! Sono davvero contenta che ti sia trovata bene con la mia ricetta. In effetti hai ragione, il latte non è semplice da quantificare, credo dipenda dalla qualità delle patate, quanto ne assorbono. Sai che anche mio figlio odiava il pesce ed ora lo mangia? i gusti cambiano, dico sempre che bisogna osare ad assaggiare prima di dire "non mi piace", felice anche per aver (in minima parte ovvio...) contribuito a convertire tuo marito :-) alla prossima sono qui... :-)

      Elimina
  25. Ciao,sono nuova,pag.interessantissima ben spiegate le ricette,visualizzate in modo perfetto....cos'altro dire...TUTTO BELLO,BRAVA/O saranno buonissime !

    RispondiElimina
  26. Sto facendo. Il profumo e' ottimo. Mi auguro che il risultato faccia onore alla tua ricetta . Complimenti

    RispondiElimina
  27. Sta cuocendo. Il profumo e' ottimo. !! Grazie

    RispondiElimina

Grazie per essere passato/a a trovarmi!
E grazie per i tuoi commenti che mi aiuteranno a migliorare e ad arricchire questo blog.
Si chiede e si ricambia educazione :-)
I commenti sono moderati, ahimè, perchè arrivano valanghe di spam. Quindi se non lo vedi pubblicato subito, non preoccuparti!

Buona giornata!
Batù

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...